Mercatini di Natale – Merano

Forse un po’ l’avrete capito leggendomi, io sono un’amante del Natale, anzi, siamo onesti, io sono ossessionata proprio.

Quando ero piccola aspettavo tutto l’anno il mese di Dicembre per andare con la mia famiglia a Siena, dai nonni. La città era piena di luci, l’atmosfera in casa gioiosa, felice, in sottofondo le note di grandi classici del Natale, i miei nonni che adoravo, gli zii, le cugine che si incontravano solo in quelle occasioni, la cena con la trepidante attesa dell’apertura dei regali, il pranzo tutti insieme con le risate spensierate…erano momenti magici..unici.
E’ lì che ho iniziato a ‘sviluppare’ questo amore ossessivo compulsivo per l’atmosfera natalizia.
Che vi devo dire, ogni anno il 1 Dicembre a me cambia in maniera imbarazzante l’umore, faccio fatica a dormire tanto sono eccitata, se sento per caso una canzone di Natale rimango imbambolata, quando inizio a vedere le prime decorazioni quasi mi commuovo, lo so, sono ai limiti del ricovero in un istituto psichiatrico, ma non ci posso far niente:in un’altra vita, ne sono certa, ero l’assistente di Santa Claus. Non c’è altra spiegazione.
Immaginate la mia gioia quando insieme alla mia compagna di avventure, Valentina, sono stata invitata ai Mercatini di Natale di Merano.

Le mille luci ad ogni angolo della strada, note di musiche natalizie in sottofondo che ti spingono a cantare anche se le canzoni non le sai tutte (non è il mio caso, che ve lo dico a fare). Il profumo di cannella per strada (io annuso tutto, ormai è ufficiale e persino Valentina) si è rassegnata, le casette di legno con i pretzel caldi, lo strudel, le marmellate fatte in casa.
L’aroma di vin brulè, la cioccolata calda e le decorazioni, tante ma così tante che potremmo serenamente addobbarci i 26 metri dell’albero del Rockfeller Center.
Passeggiando per i mercatini quasi ti sembra di sentire il suono delle campanelle della slitta trainata dalle renne.
Impossibile restare indifferenti, anche per chi il Natale non lo ha mai amato.

Piccole (ma importantissime) informazioni di servizio.
Per mangiare vi consiglio tutti gli stand gastronomici dei mercatini di Merano: il livello è altissimo e ogni stand propone una nuova chicca.
Segnatevi queste casette:
-Casetta 65: Trojerhüttl: Spiedino di canederli vegetariano (da assaggiare assolutamente)
-Casetta 66: Hermitage: Goulasch di manzo igp con polenta al paiolo e spuma di mirtillo (una delizia unica)
– Casetta 67: vellutata di patate e mele con crostini di polenta e quenelle di panna acida alla cannella (qui lo dichiaro pubblicamente, il mio piatto preferito di questi Mercatini di Natale 2018.

Se invece volete concedervi un pranzo o una cena speciale, vi consiglio di mangiare alle Kugln Terme, le palle di Natale sotto le terme: cucina favolosa e atmosfera unica.
Per prenotazioni: +39 0473 252000.

Con lo shopping impazzirete ma i miei preferiti di questa edizione sono lo Speck dell’azienda Kofler (preparatevi a farne incetta), le scatoline in legno di cirmolo (concilia il sonno e da alla casa il profumo di montagna), le tipiche ciabatte in lana cotta.

Se avete con voi dei bambini, potrete farli partecipare ai laboratori organizzati dalla città di Merano, sempre in zona Mercatini: biscotti di Natale, decorazioni con feltro, lumini di Natale in materiale naturale.

Cosa ho imparato questi due giorni ai mercatini?
Che qui si può davvero tornare bambini, forse solo per qualche giorno o qualche ora ma a Merano tutto è possibile.
Parola di Santa Claus che ormai è di casa, perché io l’ho incontrato proprio qui…

Per maggiori info vi consiglio di visitare il sito ufficiale dei mercatini, ecco qui il link

In collaborazione con la Città di Merano.

Written By
More from Closette

Friday Things – 9 Febbraio

Vedo con piacere che questa rubrica vi sta piacendo moltissimo. Sapete cosa...
Read More

6 Comments

  • Che belle foto! Anche io sono un’enthusiastic lover del Natale. Ho visitato diversi mercatini e ti scrivo solo per un consiglio: Colonia! Andare a Kohn durante il periodo di Natale è come attraversare una minuscola porticina che dal mondo reale ti porta in un mondo fatato fatto di luci, profumi e magia. Sono sicura che te ne innamorerai, proprio come è successo a me!

  • Francesca ma grazie mille davvero. Ma sai che a Colonia non avevo mai pensato? Segnata e programmata per il prossimo Natale (questo purtroppo non riesco). Grazie davvero…e poi è bello sapere di non essere l’unica Christmasaholic

  • Anche in spending review mi piace girare per i mercatini, prendo spunti e mi innamoro di un sacco di cose, che poi il portafoglio non la pensi sempre come me è un’altra storia…foto bellissimissime!!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.